_DSC1131_ppweb.jpg

Nell’ottobre 2015 ho aperto Elaine’s Couture, impresa artigiana dedicata alla creazione di corsetteria, abiti storici e su design originale, a cui si sono aggiunti abiti da sposa e da cerimonia ed headdress floreali.

E' un laboratorio popolato da manichini, stoffe, macchine da cucire e da ricamo e da un gatto che sonnecchia sui cartamodelli.

Unisco al lavoro di costume designer e dressmaker l’attività di formatrice in corsi di fashion design, modellistica e confezione e workshop di corsetteria storica e l'attività di stylist per servizi fotografici e editoriali.

Sono cresciuta tra i tessuti e i cartamodelli di Anna, nonna acquisita,

e l'amore per il teatro di nonno Mario, che dopo quaranta anni di

contabilità si è dedicato a creare costumi e scenografie. Mi hanno lasciato la nostalgia per quel mondo di bellezza che riuscivano a creare con le loro mani e, dopo qualche goffo tentativo di autoformazione, ho iniziato a frequentare corsi base di cucito.

Da lì è nata la passione per la modellistica, unita allo studio della moda: ho frequentato l'Accademia Italiana, completando i miei studi come fashion design.
Contro ogni attesa, ho capito che non volevo legarmi ad una produzione contemporanea, ma volevo tornare ad una dimensione più artigianale e durevole, dove far rivivere, adattandoli all'estetica contemporanea, modelli tratti dai vari periodi della storia del costume.

Ho proseguito i miei studi, specializzandomi in corsetteria storica e dedicandomi alla ricerca bibliografica e di archivio e a uno stage presso una sartoria teatrale.

_DSC2524b_ppweb.jpg
La mia produzione si articola tra la creazione di un archivio di modelli e la realizzazione di capi, disegnati in sinergia con i desideri e le necessità dei clienti, che rispecchino la loro personalità. Avere a disposizione un archivio di abiti e corsetti, sia storici che di design originale, mi consente di fornire al cliente l’idea dello stile di Elaine’s Couture, nonché uno spunto per orientare la sua scelta.
3.jpg
Incontrando di persona o virtualmente un cliente, cerco di stabilire un contatto empatico per intraprendere un percorso che si concluda con la  consapevolezza, da parte mia, di aver creato e da parte del cliente di indossare un pezzo unico non solo perché fatto su misura, ma perché capace di interpretare pienamente i suoi desideri e le sue aspettative.  

L’impronta storica è evidente non solo nella realizzazione di costumi storici, ma anche di quelli di design originale.

Inizialmente le mie principali fonti di ispirazione sono state il Barocco e il Rococò, perché mi appassionavano le diverse silhouettes femminili che si sono succedute in quel periodo, aggraziate e leggiadre pur nell’opulenza dei tessuti e delle decorazioni, e il XIX secolo, quando la moda assume l’andamento veloce e mutevole che la

caratterizza a tutt’oggi, ma propone volumi e linee ancora apprezzati.

Successivamente mi sono ispirata ai costumi tradizionali, studiando la storia del costume non solo in una dimensione europea e nordamericana, ma mondiale, guardando ad altre culture in una tensione sincretica ed inclusiva.

_DSC5381bweb.jpg

Nella scelta dei materiali prediligo le fibre naturali (animali e vegetali), tessuti realizzati con pattern originali e telai di dimensioni storicamente corrette, o elaboro il motivo che faccio realizzare sul tessuto scelto dal cliente.

Per gli headdress utilizzo, oltre a tessuti, piume, perle sintetiche, elementi in metallo e pietre dure, anche elementi vegetali e fiori in seta o raso, per ottenere un effetto realistico, abbinandoli talvolta ad elementi in resina dipinta.

Per i corsetti e stays utilizzo stecche d’acciaio di diverso
spessore, che abbinano al sostegno la flessibilità e il vantaggio di non assumere curvature antiestetiche e fastidiose.